Le "lacrime" del grande messaggio di ieri a Martina del nostro amato Pastore unite al forte appello di don Ciotti "Non basta commuoversi: necessarie azioni concrete" sono per il CQV il solco si cui impegnarsi per dare risposte ai giovani disorientati dai drammi che negli ultimi giorni si sono fatti evidenti nella nostra realtÓ jonica.

Abbiamo con forza - ha detto Carmine Carlucci - respinto gli applausi ma anche le "parole in buona fede di don Tonino" condividendo la riflessione del giudice Bruschi, ma ora sul messaggio di don Filippo credo che il CQV, mentre ricorderÓ FEDERICA il prossimo 15 settembre consegnando alla mamma la PERGAMENA per la sua laurea con lode, da un lato studierÓ attentamente con un gruppo di lavoro le linee guida della legge 107 sulla paritÓ, dall'altro la proposta Boschi e soprattutto le proposte emerse ieri a Martina nella straordinaria GIORNATA organizzata dai Maestri del Lavoro, dall'Associazione 12 giugno, dal Comune di Martina.

Un plauso particolare per aver voluto coinvolgere la nostra universitÓ con il prof Domenico Garofalo dimostrando una sensibilitÓ che va nell'ottica di contribuire a creare la cultura dell'universitÓ per il futuro dei giovani.

Il CQV aderisce all'assemblea spontanea di domani in piazza Garibaldi perchŔ il DIRITTO ALLA VITA E ALLA SALUTE NON PUO' ESSERE SUBORDINATO AL PROFITTO (oggi si festeggia Sant'Antonio mi piace ricordare le sue battaglie contro gli usurai e, perchŔ non, contro chi violenta la persona umana).

Taranto 13 giugno '16